Mangiare per un diabetico è una parola ambivalente ed importantissima. Da una parte chi soffre di diabete deve inesorabilmente fare i conti con il cibo tutti i santi giorni, ma se da un lato è vitale nutrirsi, da un altro lato bisogna avere delle accortezze che altre persone non conoscono.

Il cibo è fonte di energia, di sostentamento e di vitalità, è il nostro carburante, la nostra forza quotidiana.

Ma come si fa a far capire che tutto va mangiato con moderazione anche a un T1?

La mia personale esperienza é stata complicata fin dall’inizio. Gestire la fame anche involontaria e quasi, passatemi il termine, “agguerrita e senza fondo” anche di un T1, non è facile.

Si è vero durante il ricovero ti spiegano, provano ad insegnarti le nuove e nascoste virtù dei cibi, ma renderle facili e comprensibili a un bambino o ragazzino è tutta altra cosa.

Dopo ben 6 anni io ho ancora grande difficoltà con Davide, soprattutto raggiunta l’adolescenza dove la fame è smisurata e mi trovo a nascondere biscotti, pane, cracker, fette biscottate, insomma lo hai capito? Tutti carboidrati e dolci.

Ancora dopo tanto tempo non riesco a fargli capire che il cibo va assunto ad orari precisi e o in caso di ipoglicemia per stabilizzare di nuovo il glucosio.

Già prendere confidenza con il cibo è cosa difficile, perché diciamola tutta non è che i ragazzini si mangiano tutto.

La pubblicità ci propina solo cibo spazzatura e molti sforzi sono vanificati da questo.

Ho provato a cucinare piatti appetitosi, allegri, diversi ma con scarsi risultati.

A volte perdi fiducia in ciò che fai. Molte volte sono stata veramente in crisi, senza sapere cosa fargli provare a mangiare. L’ho anche portato per un periodo a degli incontri in ospedale con la dietista, post esordio, ma anche quelli hanno fruttato poco.

I consigli della nutrizionista e dietista sono stati importanti per me (quando abbiamo incontrato chi sa fare il proprio lavoro e non terrorizza entrambi), ma per lui hanno avuto scarsi risultati.

Anche la merenda a scuola è difficile, sempre le stesse cose, non assaggia, non prova, non ci mette un po’ di volontà.

In conclusione, ci vuole tanta pazienza e un po’ di sperimentazione per  trovare la strada giusta.

 

 

2 Commenti

  • rosetta
    Posted 19 April 2018 at 1:32 0Likes

    Io non riesco in nessun modo far capire mio figlio quanto può essere importante una giusta alimentazione mio figlio ci sono giorni che non riesco farlo smettere di mangiare
    mangia di tutto in quantità esagerate io sono stanca di nascondere il cibo,

    • Federica Giancristofaro
      Posted 21 April 2018 at 18:40 0Likes

      Cara Rosetta, la stessa cosa succede anche a me, infatti proprio per questo mi sono fatta consigliare dal diabetologo, una dietista e l’ho portato proprio l’altro ieri. Speriamo bene perché ci ha parlato e speriamo abbia compreso lui tutto quello che lei ha spiegato.
      Prova anche tu, un abbraccio.

Lascia un commento